Casa Paolo Spoltore

venerdì, 2 aprile 2010 by

Entrare in casa dell’artista Paolo Spoltore è stato un onore e un piacere, tenendo conto anche della mia curiosità e di quella dei miei “compari” lancianesi che mi hanno accompagnato in questo piccolo pellegrinaggio.

Non vi diremo dov’è esattamente collocata la sua casa, anzi non penso vi daremo abbastanza indizi, ma vi lasceremo solo l’unica cosa da sapere: la bellezza che vive dentro. Si può dire che alcune parti dell’abitazione sono state pensate e concepite a seconda della rivisitazione personale dell’artista, portando alcuni angoli ad essere delle vere e proprie opere di equilibrio, concepiti per essere vissuti e assaporati senza tener conto del tempo dei ricordi.

L’uomo e la natura sono a portata di mano nel salotto.
E’ la parte che ho apprezzato di più, nella sua accoglienza fatta di sedie e poltrone dal design tipico della sua lavorazione, mentre tra libri e quadri esposti, tra altrettanto stupendi tavoli, comodini e armadietti dalle finestre si affaccia da fuori il Verde, ospite fisso nelle discussioni di salotto. C’è una normale prosecuzione tra il living vissuto all’interno e l’invito delle piante e degli alberi all’esterno. Tutto è disposto e collocato in pieno equilibrio tra uomo e natura. Non a caso Paolo ammette di essere anche un patito giardiniere. Il fascino di questa casa è proprio nell’evidente riflesso dell’artista, nel suo animo che arreda naturalmente il tutto ciò che vive. Passando da una stanza all’altra, con discrezione, chiaramente, ci perdiamo nel calore del legno, nella sua magia fatta di rispetto e silenzio e equilibrio. Farfalle ricorrenti, totem disposti in ordine nel laboratorio, opere in corso d’opera, altri totem nel giardino dove l’erba è un po’ più alta e dove pascolano delle rare caprette tibetane, elementi vari di scenografie e alcuni schizzi sul tavolo da disegno indicano l’animo in una naturale evoluzione.
Ogni singolo pensiero vissuto rimane preciso scolpito e forgiato sul suo legno.
Non penso che Paolo si voglia fermare nella sua ricerca. La casa, forse, cerca a malapena di “contenerlo”…

Tag: , , , , , , ,

I Commenti sono chiusi